Pellegrinaggio Zwiefalten

Vai alla Galleria Fotografica Vai alla Galleria Fotografica

25 Maggio 2015

 

Pellegrinaggio di tutte le Comunità Cattoliche Italiane Baden-Wuttenberg

 

VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA

PELLEGRINAGGIO DELLE COMUNITÀ ITALIANE A ZWIEFALTEN

 

Come tutti gli anni il lunedì di Pentecoste tutte le comunità italiane della Diocesi di Rottenburg-Stuttgart si sono ritrovate nella grande Basilica mariana a Zwiefalten.

Anche noi abbiamo partecipato a questo incontro con il nostro parroco Don Gregorio.

Cosa dire o cosa pensare? Eravamo circa 120 persone della nostra comunità che sono arrivati sul luogo con vari mezzi di trasporto. Quest’anno, la statua della Madonna di Pompei che ogni anno gira nelle comunità italiane, ha fatto sosta nella nostra Comunità di Esslingen, per cui dovevamo provvedere al trasporto della Madonna, portarla a Zwiefalten per poi consegnarla ad un’altra comunità italiana.

Per l’occorrenza, è stato organizzato anche un Bus con partenza da Esslingen. Tutti i pellegrini sono stati puntuali (bravi) e avevano come accompagnatore Alexis.

Arrivati sul posto, alcuni nostri collaboratori hanno trasportato a spalle la statua della Madonna che ha fatto il suo ingresso solenne in Basilica con canti e preghiere. Don Gregorio, in qualità di Delegato zonale e portavoce di tutte le comunità italiane presso la Diocesi, ha guidato dall’altare la recita del santo Rosario. Ha fatto seguito la concelebrazione eucaristica di tutti i sacerdoti italiani (e africani) presieduta quest’anno dal cardinale tedesco Rauber (che parla benissimo l’italiano), fatto cardinale da Papa Francesco nell’ultimo Concistoro a Roma.

Alla fine della celebrazione eucaristica, come da tradizione, tutti i fedeli si sono recati nella grande tenda, dove abbiamo fatto un Agape fraterna oltre a cantare, ballare e divertirci.

Siamo ripartiti per Esslingen alle 16:30.

Ho voluto spiegare brevemente il programma della giornata ma credo che la Madonna ha fatto grandi cose perché ho visto nel volto della mia Comunità tanta serenità e gioia. Quella stessa serenità che ho visto negl’occhi del nostro Parroco Don Gregorio e che mi ha reso felice.

Hanno partecipato tante persone nuove e questo credo sia un segnale molto positivo per la nostra Comunità per poter realizzare insieme grandi cose sia spirituali che pratiche.

Potrei scrivere molte altre cose ma preferisco tenerle segrete nel cuore, perché sia un giorno il Signore stesso a parlare e a riversare i suoi prodigi sulle Comunità di S. Antonio (Esslingen) e S. Francesco (Wernau).

Un caro saluto a tutti. Evviva Maria!

 

Francesco Napolitano

Commenti